Ma quanto ci costerà l’aumento dell’aliquota ordinaria dell’Iva dal 21 al 22%? in questi giorni sono uscite le stime più diverse. L’unico denominatore comune è che sarà un bagno di sangue. E’ proprio così? Lavoce.info ha provato a rifare i conti partendo dai dati Istat.
Una famiglia ha speso in media 2.419 euro al mese a causa dell’Iva. L’aumento dell’Iva non colpisce tutti i beni, ma solo una parte significativa, che rappresenta il 40,7% della spesa media degli italiani.

Calcolando il 40,7% di 2.419 euro otteniamo la somma di 984,53 euro, la somma che una famiglia italiana spende in media per l’Iva ordinaria ogni mese. L’aumento di spesa finale viene calcolato da Francesco Daveri come il risultato di una semplice moltiplicazione (2.419×0,407×0,01×12) che da come risultato un valore di 114,40 euro. Meno della metà di quanto calcolato da diverse associazioni di consumatori e 1/3 di quanto misurato da Codacons. C’è poi da aggiungere che questo valore indica l’aumento per un anno intero. Per il 2013 sarebbe pari a circa una trentina di euro.

Un’ultima annotazione. Nel calcolo del professore – Daveri insegna Politica economica presso l’Università di Parma – non viene considerato l’effetto della benzina. Tutti i beni vengono trasportati da mezzi che usano carburanti, e quindi l’aumento del loro costo determinato dall’aumento dell’Iva avrà un ulteriore effetto di trascinamento.

photo credit: Éole via photopin cc