Il Governo ha deciso un’aumento di 2 centesimi dell’accisa sui carburanti per autotrasporto e l’utilizzo dei fondi resi disponibili dalla spending review per la copertura degli interventi a sostegno delle zone terremotate dell’Emilia Romagna.

Le altre misure in favore delle zone colpite dal sisma

Il Consiglio dei Ministri ha inoltre approvato l’applicazione di un decreto legge che prevede numerosi interventi di carattere economico a sostegno delle zone colpite dal sisma. 

Tra le misure previste vi sono: la concessione di contributi a fondo perduto per la ricostruzione e riparazione delle abitazioni danneggiate dal sisma, per la ricostruzione e la messa in funzione dei servizi pubblici (in particolare le scuole), per gli indennizzi alle imprese e per gli interventi su beni artistici e culturali; l’individuazione di misure per la ripresa dell’attività economica. In particolare sono previsti un credito agevolato su fondo di rotazione CDP e sul fondo di garanzia MedioCredito Centrale; la delocalizzazione facilitata delle imprese produttive nei territori colpiti dal terremoto; la proroga del pagamento delle rate del mutuo e la sospensione degli adempimenti processuali e dei termini per i versamenti tributari e previdenziali, degli sfratti; la deroga del Patto di stabilità, entro un limite definito per i Comuni, delle spese per la ricostruzione.

Il CdM ha inoltre approvato l’istituzione di una giornata di lutto nazionale per lunedì 4 giugno,  un decreto ministeriale di rinvio dei versamenti fiscali e contributi a settembre  e l’estensione dello stato di emergenza alle Province di Reggio Emilia e Rovigo.