Wall Street ha ricevuto un’infusione di ottimismo dai dati economici peggiori delle attese pubblicati oggi in USA, che hanno portato gli investitori a puntare su una politica monetaria espansiva della Fed al termine della riunione della prossima settimana. Questa, infatti, aumenterebbe la liquidità sui mercati. Lo S&P500 è avanzato dell’1,18%, il Dow Jones Industrial dell’1,24% e il Nasdaq dello 0,63%.

Dati economici peggiori delle attese

Con riferimento ai dati economici pubblicati oggi, nel corso dell’ultima settimana le richieste di sussidi di disoccupazione sono salite a 386 mila, contro attese di consensus a 375 mila, evidenziando come il momento di fiacca del mercato del lavoro di aprile e maggio potrebbe proseguire anche in giugno. I prezzi al consumo, invece, sono scesi dello 0,3% rispetto al mese precedente, contro attese di un calo dello 0,2%. Questi dati hanno mostrato che le pressioni inflazionistiche sono in ribasso, aprendo le porte ad una politica monetaria espansiva da parte della Banca Centrale la prossima settimana.

Tutti i 10 settori di attività all’interno dello S&P500 hanno chiuso oggi in rialzo. Tra i titoli a maggiore capitalizzazione hanno registrato progressi superiori al 2% titoli appartenenti a settori completamente diversi quali Walt Disney, Home Depot ed Exxon. In rialzo si sono mosse anche le società immobiliari, con l’indice di riferimento in progresso di quasi il 4% per le attese di politiche monetarie espansive coordinate a livello internazionale.