(Finanza.com) L’indebitamento finanziario netto del Gruppo al 30 giugno 2012 è pari a 10.969 milioni, +1.999 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2011 (8.970 milioni di euro), “per effetto principalmente del consolidamento patrimoniale delle attività internazionali a cui non fa riscontro il pieno consolidamento economico”.

Per quanto riguarda i prossimi mesi “pur in un quadro macroeconomico italiano poco favorevole, è possibile prevedere per l’esercizio in corso una sostanziale tenuta dei risultati operativi consolidati della gestione sui quali, tuttavia, potrà influire anche in maniera rilevante la dinamica del traffico in Italia che, oltre alle avverse condizioni meteorologiche che hanno caratterizzato i primi mesi dell’esercizio, potrà risentire dell’andamento dei consumi, del prezzo dei carburanti, dell’andamento della produzione industriale”.