(Finanza.com) Autostrada Torino-Milano ha chiuso i primi nove mesi con un calo dei ricavi del settore autostradale di un punto percentuale a 656,5 milioni. “La contrazione dei ricavi della gestione autostradale (conseguente ad una flessione dei volumi di traffico pari al 7,74%) risulta limitata a soli 7,4 milioni di euro in considerazione degli aumenti tariffari riconosciuti con decorrenza dal 1° gennaio 2012”, si legge nella nota diffusa dalla società. Segno meno anche per l’Ebitda, sceso del 3,1%, a 443,4 milioni. L’indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2012 si attesta a 1.486,2 milioni di euro, in calo di circa 17,6 milioni rispetto al dato del 30 giugno 2012 e di circa 112 milioni nel confronto con fine 2011.