Nonostante il parere di Moody’s, l’Italia continua a piazzare senza problemi i suoi titoli. Il Tesoro ha venduto 6,5 miliardi di euro di Bot ad un anno al tasso dello 0,495%. A maggio eravamo allo 0,65%. Un’altra notizia positiva è rappresentata dalla domanda, che è pari a 1,7 volte l’importo offerto – a maggio il multiplo era pari a 1,64.

Sul tema c’è da rilevare come lo spread tra Btp e Bund sia stabile attorno ai 140 punti base – per un rendimento per i titoli di stato decennali fissato al 2,78%. Intanto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan è in viaggio per convincere gli investitori a mettere i propri soldi nel nostro paese. A New York ha detto che l’Italia può innescare un circolo virtuoso e tenere sotto controllo il debito.

Buone notizie arrivano anche dall’euro. Il cambio con il dollaro è ai minimi degli ultimi quattro mesi: la moneta europea è stata scambiata a 1,3533 dollari.

LEGGI ANCHE
Manovra BCE: l’effetto Draghi su conti in banca, titoli di Stato, mutui, prestiti, euro e Borsa
Costo del denaro: la Bce lascia i tassi invariati
Spread Btp-Bund: se ne parla da tanto, ma che cos’è?


photo credit: kevin dooley via photopin cc