E’ quasi certo: il ministero dell’Istruzione assumerà per l’anno scolastico 2013/14, a tempo indeterminato, 672 dirigenti e 11.268 fra docenti e personale amministrativo, cioè principalmente l’esercito di insegnanti precari. Lo ha deciso il Consiglio dei ministri nella riunione del 23 agosto. Tuttavia il provvedimento formale, cioè un decreto o un disegno di legge, verrà stabilito in una nuova riunione, programmata per il 26 agosto. Lo ha annunciato in conferenza stampa il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Filippo Patroni Griffi (foto by InfoPhoto).

Sul lato della riduzione della spesa pubblica, in un prossimo decreto è previsto un ulteriore taglio del 20% su auto blu e consulenze. Inoltre il blocco di nuovi acquisti o leasing di autovetture è esteso fino al 2015.

Non è ancora invece chiaro il futuro della cosiddetta agenzia di coesione territoriale. Non è totale l’accordo fra le forze politiche sulla nascita di questo nuovo ente a cui dovrebbe essere affidata la gestione dei fondi europei per lo sviluppo dell’economia. Si tratta di 29,6 miliardi di euro da impiegare dal 2014 al 2020.