Luglio è stato un mese caldo dal punto di vista assicurativo. Avremmo potuto parlare di numerosi argomenti ma tutta l’attenzione del mondo economico si è concentrata sulla crisi. Per questo ci proponiamo adesso di riassumere i temi di luglio pubblicati nel ramo assicurativo.

Il primo argomento in ordine cronologico è stato quello sulla scelta della polizza auto. Il risultato non certo sconvolgente di una ricerca condotta da Marketing Problem Solving, illustra come in famiglia siano gli uomini a scegliere la polizza auto. Le donne, invece, o delegano la scelta ai partner, o ereditano la polizza dal padre.

Gli uomini, invece, oltre ad occuparsi di tutte le questione burocratiche, se sono figli, sono informati dai genitori riguardo le scelte migliori per completare l’acquisto.

Visti i continui rincari delle assicurazioni, abbiamo affrontato il problema del calcolo del premio assicurativo che sottosta alla teoria dei rischi collettivi. In pratica i premi sono fissati dalle assicurazioni in base al numero d’incidenti avvenuti in tutto il territorio nazionale. Maggiore è il numero dei sinistri (anche se non si è coinvolti direttamente), maggiore sarà il sovrapprezzo da pagare l’anno successivo.

Abbiamo anche illustrato un prodotto assicurativo non legato al mercato automobilistico: Primodomani di Assicurazioni Generali. Un piano d’accumulo che consente ai genitori (anche con il contributo di altri parenti) di mettere un piccolo gruzzoletto da parte per il futuro dei propri figli.

Infine abbiamo illustrato i risultati di un’indagine dell’Ania, l’Associazione nazionale tra le imprese assicurative, che spiega l’entità e i motivi degli aumenti dei prezzi dell’RC Auto.