Le assicurazioni auto, in caso di veicoli alimentati GPL o metano solitamente costano meno, un vantaggio economico che si aggiunge a quello legato alle spese per il carburante.

Tuttavia, mentre per quanto concerne il costo del carburante la convenienza è indubbia, per quanto riguarda l’Rc Auto il risparmio non è altrettanto scontato.

Alcune compagnie assicuratrici potrebbero, addirittura, applicare un costo maggiorato all’assicurazione di un’auto GPL o metano, a causa del rischio di incendio in caso di incidente e in ragione del fatto che si presuppone che tali veicoli vengano acquistati per percorre un maggior numero di kilometri rispetto a quelli alimentati a benzina o diesel. In ogni caso, è bene assicurare i veicoli GPL e metano anche per l’incendio, oltre che per il furto e la responsabilità civile (obbligatoria per legge).

Altre invece applicano uno sconto che solitamente però si traduce in un costo ridotto di pochi euro. La maggior parte delle compagnie assicuratrici in realtà non fanno differenze fra auto a benzina e auto a GPL.

Il vero risparmio legato alle auto alimentate a GPL o metano è legato al bollo auto, poiché in molte Regioni italiane non si paga il bollo auto per diversi anni, in ragione del fatto che tali veicoli preservano l’ambiente, garantendo un più basso livello di emissioni di CO2. Per i veicoli alimentati a metano o GPL, infatti, è prevista una riduzione del 25% del bollo auto. Da precisare però che alcune Regioni hanno riservato alle auto alimentate a metano o GPL le stesse agevolazioni fiscali riservate ai veicoli elettrici (esenzione dal bollo auto per i primi 5 anni dall’immatricolazione e successivamente sconto del 25% sull’importo dovuto).