(Finanza.com) L’agenzia di rating Standard & Poor’s ha annunciato di aver ridotto la stima sulla crescita delle economie asiatiche. La view relativa l’incremento del Pil di Cina (7,5%), Giappone (2%), Corea (2,5%), Singapore (2,1%) e Taiwan (1,9%) è stata ridotta di mezzo punto percentuale mentre il dato sulla crescita in India ha subito un taglio di un punto percentuale al 5,5%. “Ovviamente, il peggioramento delle condizioni nella zona Euro incrementerà il rischio di contagio per l’area Asia-Pacifico” rileva Andrew Palmer di S&P’s.