(Finanza.com) Migliorano i conti di Arcelor Mittal nel trimestre, ma si registra un leggero calo nelle vendite del maggior produttore di acciaio al mondo per volume. Nel secondo trimestre 2012 i profitti si sono attestati a 959 milioni di dollari, o 62 centesimi per azione, contro gli 11 del primo trimestre e oltre le attese degli analisti che si attestavano intorno ai 452 milioni (ma ancora lontani dai 1.535 dello stesso periodo dell’anno precedente). Meglio nel trimestre anche l’Ebitda, attestatosi a circa 2,5 miliardi di dollari contro gli 1,9 dei tre mesi precedenti ma circa 1 miliardo in meno rispetto al 2011. Peggiorano invece le vendite trimestrali, a 22,4 miliardi di dollari contro i 22,7 dello scorso trimestre. La guidance per il secondo semestre 2012 è per un Ebitda in linea con il primo semestre (vale a dire sui 4,4 miliardi di dollari), ma per quanto riguarda le vendite di acciaio si prevede un calo a causa del clima globale aggravato soprattutto dal rallentamento cinese. Le vendite di minerale di ferro dovrebbero invece crescere circa del 10% nell’ntero 2012.