Molte aziende considerate emblema del made in Italy, come la Gancia che è stata acquistata di recente da un industriale russo, stanno passando nelle mani degli imprenditori stranieri. Adesso è la volta di Ar Alimentari. La Gancia è stata acquistata dai russi, ma sono finite nelle mani di imprenditori stranieri anche altre aziende tricolore come la Parmalat, la Perugina e anche la Bertolli. L’ultima in ordine cronologico a cedere alle offerte esterne è stata la Ar Alimentari.

Quest’azienda, da tempo è considerata il primo produttore italiano di pomodori pelati. Adesso è finita in mano ad una controllata della Mitsubishi, l’anglo-nipponica Princes. A raccontare questa vicenda è la Coldiretti che spiega come la Princes si sia aggiudicata il 51 per cento dell’Ar Alimentari.

A livello storico ricordiamo che l’azienda in questione vende pomodori pelati dai primi anni sessanta e nella sua storia è riuscita a fatturare circa 300 milioni di euro. I pomodori pelati sono prodotti dagli stabilimenti presenti in Campania e in Puglia ma la maggior parte delle vendite si sviluppa all’estero.

Sulle tavole degli italiani finisce soltanto il 20 per cento della produzione. La quota più grande va in Inghilterra, il 30 per cento. Un altro 20 per cento finisce in Germania e un 10 per cento in Africa. Percentuali più contenute sono distribuite anche in Francia, Grecia, Canada, Stati Uniti, Austria, Sud America e ovviamente Giappone.