L’Antitrust chiude il procedimento aperto contro Apple lo scorso 26 giugno.

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha annunciato di aver multato la casa di Cupertino per 200 mila euro poiché tra il 28 marzo e il 10 novembre il gruppo statunitense “non ha tenuto conto del precedente provvedimento dell’Autorità”.

“Il 21 dicembre dello scorso anno Apple era stata multata con sanzioni per 900mila euro in quanto aveva dato informazioni insufficienti e confusorie ai consumatori sulla garanzia biennale di conformità da parte del venditore, ne aveva ostacolato l’esercizio limitandosi a riconoscere la sola garanzia del produttore di un anno e aveva indotto in confusione gli acquirenti inducendoli a sottoscrivere un contratto aggiuntivo che si sovrapponeva in parte alla garanzia legale gratuita prevista dal Codice del Consumo”.

Alla società era stato dato tempo fino al 28 marzo per porre rimedio e “per non avere ottemperato a quella delibera, entro il termine stabilito, l’Antitrust ha deciso ora sanzioni per complessivi 200mila euro”.

Dal 10 novembre “Apple si è adeguata alle norme del Codice del Consumo: informa e riconosce la garanzia legale di conformità, presenta correttamente il servizio di assistenza aggiuntiva app”.