Ci si attende un’apertura in calo da Wall Street mentre si attende una nuova tornata di risultati dalle trimestrali societarie. A circa un’ora e mezza dall’apertura delle contrattazioni il future sul Dow Jones segna un -0,84%, quello sul Nasdaq un -0,93%, quello sullo S&P500 un -1,04%.
Il giorno dopo l’ultimo scontro tv tra i due contendenti alla Casa Bianca Obama e Romney si misurano i consensi di ciascuno dei due candidati. Un sondaggio della Cbs dà Obama in vantaggio con il 54% delle preferenze contro il 24% totalizzato da Mitt Romney. L’appuntamento con le urne è ora per il prossimo 6 novembre.
Oggi l’unico dato in arrivo dagli Usa è l’indice manifatturiero Fed Richmond. Inizia anche la riunione del Fomc che deciderà delle prossime mosse della Fed e che si protrarrà anche domani.
Dal punto di vista corporate, sono attesi oggi i risultati di Facebook. Altro attesissimo evento, la presentazione dell’iPad mini da parte di Apple. I due titoli nel pre-market totalizzano un -0,23% e un -0,56% rispettivamente.
Fra le trimestrali uscite oggi, la prima di Yahoo gestione Marissa Meyer, che è stata migliore delle attese grazie alla buona domanda pubblicitaria e al taglio dei costi. Nel terzo trimestre il colosso internet Usa ha riportato un utile netto attribuibile alla società pari a 3,16 miliardi di dollari, ovvero 2,64 dollari per azione, rispetto ai 293,3 milioni, ovvero 23 centesimi, di un anno fa. Escluse le poste non ricorrenti, i profitti sono stati pari a 35 centesimi di dollaro per azione. Da luglio a settembre le vendite, esclusi i costi di acquisizione traffico, si sono attestate a 1,09 miliardi. Il mercato si attendeva utili per azione pari 26 centesimi su un giro d’affari di 1,08 miliardi.
Xerox Corp. ha annunciato di aver chiuso il terzo trimestre con un calo dell’utile del 12% a 282 milioni di dollari. Al netto delle componenti straordinarie, l’utile per azione si è attestato, in linea con stime, a 25 centesimi di dollaro. Peggio del previsto invece il fatturato, sceso del 3% a 5,42 miliardi (consenso 5,52 mld).
Terzo trimestre di profitti in calo per Harley Davidson, che ha riportato un risultato da 134 milioni di dollari (59 centesimi per azione) contro i 183,6 milioni (78 centesimi per azione) dello stesso periodo dello scorso anno. Il fatturato ha raggiunto invece gli 1,09 miliardi di dollari contro gli 1,23 dello stesso periodo dello scorso anno. Le previsioni degli analisti erano per utili da 58 centesimi per azione su fatturato da 1,12 milioni di dollari. A pesare sui risultati della casa di Milwakee, le spese di ristrutturazione, che hanno raggiunto i 9,2 milioni di dollari nel trimestre e arriveranno probabilmente a 35-45 milioni nel corso dell’anno.
Utile in forte calo nel terzo trimestre infine per Whirlpool. Il gruppo Usa degli elettrodomestici ha annunciato di aver chiuso i tre mesi al 30 settembre con un utile di 74 milioni di dollari, più che dimezzato rispetto ai 177 milioni di un anno fa. Il risultato per azione in versione adjusted si è attestato a 1,8 dollari, 20 centesimi in più rispetto alle attese. Segno meno anche per il fatturato, sceso da 4,6 a 4,5 miliardi (consenso 4,57 mld).