L’ex governatore della Banca d’Italia, Antonio Fazio, dovrà definitivamente scontare due anni e mezzo di reclusione; gli ex dirigenti di Unipol, Giovanni Consorte e Ivano Sacchetti, un anno e otto mesi; l’ex amministratore delegato di Banca popolare italiana, Gianpiero Fiorani, un anno; l’immobiliarista Luigi Zunino, un anno e mezzo. I reati sono, a vario titolo, aggiotaggio, ostacolo all’attività degli organi di vigilanza e appropriazione indebita. Condannato invece per riciclaggio 4 anni e 3 mesi il fiduciario svizzero Francesco Ghioldi.

La corte di Cassazione ha confermato il 28 novembre le condanne emesse nell’appello per il processo sulla tentata scalata ad Antonveneta da parte della Bpi. Sono state dunque respinte le richieste del procuratore generale della Cassazione, Oscar Cedrangolo, il quale aveva chiesto l’annullamento delle condanne per incompetenza territoriale del Tribunale di Milano, e il consequente invio degli atti alla procura competente; la sua tesi era che la competenza spettasse al Tribunale di Lodi. Se la corte avesse accolto queste richieste, sarebbe scattata la prescrizione, i cui termini sarebbero decorsi dal 12 dicembre.

LINK UTILI

Antonveneta: condanna Fazio scende a 2 anni e 6 mesi

Scalata Unipol, 13 le condanne

Antonveneta: Cassazione conferma condanna Fazio e Consorte

photo credit: Smeerch via photopin cc