(Finanza.com) L’operazione Salini-Impregilo non costituisce una concentrazione. Lo ha deciso l’Antitrust che nel suo bollettino ha dichiarato “che non vi è luogo a provvedere” perché “l’operazione comunicata, alla luce delle informazioni fornite non costituisce una concentrazione”. “Gli elementi agli atti –si legge nel bollettino- non consentono di ritenere che Salini sarà in grado di ottenere una maggioranza stabile in assemblea”.

“Ciò in ragione del fatto che a fronte della quota detenuta da Salini (29,751%) nella compagine azionaria è presente un socio (IGLI) dotato di una partecipazione leggermente superiore (essendo pari al 29,960%)”. L’Antitrust ha in corso un’istruttoria relativa l’accordo per la partecipazione a gare di appalto.