Torna l’incubo derivati per le banche americane? A quanto pare sì.
Ieri sera dopo la chiusura di Wall Street l’amministratore delegato di JP Morgan, Jamie Dimon, ha annunciato perdite per complessivi 2 miliardi di dollari.

Perdite collegate a operazioni di copertura rischi effettuate tramite strumenti derivati. Solo qualche settimana or sono JP Morgan aveva detto di attendersi perdite nell’ordine di circa 800 milioni di dollari.

Il manager ha chiesto scusa agli azionisti precisando che è stata sbagliata la strategia, anche se la volontà iniziale era quella di dare una copertura alla società.  Il mercato ha punito pesantemente il titolo JP Morgan nella sessione after hours di Wall Street. Le azioni hanno infatti lasciato sul terreno oltre 6 punti percentuali.