Il giorno X su Alitalia e il suo futuro è arrivato. Oggi scade il vincolo di “lock up” dei soci Cai, la nuova Alitalia, che avranno mani libere sulle loro partecipazioni nella compagnia aerea tricolore. Le ipotesi sul tavolo sono numerose e ancora molti dubbi aleggiano nell’area con il tam-tam di voci che si è intensificato nel corso della settimana.

Nei giorni scorsi erano uscite le indiscrezioni di un’offerta imminente di Air France, che dal 2008 detiene il 25% dell’ex compagnia di bandiera. Voci smentite sia dal gruppo franco-olandese sia da Immsi, la società di Roberto Colaninno che ha in mano il 7,1% di Alitalia. La stampa francese aveva inoltre scritto che la compagnia degli Emirati Arabi, Etihad, alleata commerciale di Air France-Klm, sarebbe pronta ad acquistare la quota degli azionisti di minoranza della Magliana.

Le leggi comunitarie, però, rendono impossibile un’acquisizione del 100% da parte del gruppo arabo. Con l’inizio della campagna elettorale non è inoltre escluso che venga a galla una soluzione all’italiana, come l’ingresso di un fondo della Cassa Depositi e Prestiti nel capitale di Alitalia che lasci ai francesi e ai loro alleati solo una quota di minoranza del gruppo della Magliana.