Non è servita a nulla la minaccia dei dipendenti di Alitalia di presentare certificati di malattia in massa: la compagnia di bandiera italiana ed Etihad hanno firmato l’accordo che prevede la partnership tra le due aziende. Il tutto passa ora al vaglio e all’approvazione delle autorità europee e qualora dovesse esserci l’ok, la compagnia degli Emirati Arabi salirà al 49% della società.

Si procederà dunque alla ricapitalizzazione di Alitalia (si ricostruirà il patrimonio e si cancelleranno i 560 milioni di debiti accumulati) e alla garanzia di futuri investimenti per circa 600 milioni di euro.

James Hogan, Ceo di Etihad, ha dichiarato che la sua compagnia è felice di investire per costruire un’Alitala più forte e per dare un servizio di qualità. Hogan ha altresì aggiunto che sarà loro compito far tornare l’azienda alla redditività, “rendendo così la compagnia più sexy“.

photo credit: markyharky via photopin cc