In  fondo al post trovate tutte le aliquote Irpef e i relativi scaglioni per l’anno in corso. Il governo Monti aveva ipotizzato un taglio Irpef per le fasce di reddito più basse, ma poi non se ne era fatto nulla. Anche il previsto taglio del cuneo fiscale inserito nella legge di stabilità che si sta dibattendo in Parlamento non prevede modifiche nelle aliquote e scaglioni, ma solo un aumento delle detrazioni fiscali.

Ricordatevi che le aliquote fiscali non si riferiscono mai a tutto il reddito ma solo alla parte che supera lo scaglione precedente. Mi spiego meglio con un esempio: supponiamo di avere un dirigente di azienda che guadagna 53.000 euro lordi in busta paga. Come Irpef pagherà il 23% sui primi 15.000 euro di reddito, il 27% per il reddito compreso tra 15 e 28.000 euro, ed il 38% sul reddito restante. Per cui chi guadagna più di 55.000 euro pagherà di Irpef 17.220 euro più il 41% sul reddito che eccede i 55.000 euro…

Eccovi aliquote e scaglioni:

Fino a 15.000 euro: 23%;

tra 15.000 e 28.000 euro: 27%;

tra 28.001 e 55.000 euro: 38%;

tra 55.001 e 75.000: 41%;

oltre 75.000 euro: 43%.
photo credit: Alan Cleaver via photopin cc