La Legge di Stabilità 2016 porta con sé diverse novità in merito alle agevolazioni per la casa, tutte molto positive per una serie di motivazioni. Le innovazioni sono davvero numerose ed includono detrazioni, proroghe e bonus (nel caso di questi ultimi, sono stati prorogati fino al 31 dicembre 2016 tutti i bonus edilizi ed è inoltre stato confermato il bonus del 50 per cento per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici). Andiamo a scoprirle tutte nel dettaglio, cercando di capire bene di cosa si tratta in concreto.

Le detrazioni

Iniziamo col dire che sarà possibile detrarre il 19 per cento dei canoni di leasing dall’Irpef, sulle somme pagate dal 2016 al 2020 per l’acquisto o la costruzione di un’unità immobiliare da destinare ad uso abitativo principale entro un anno dalla consegna. Sarà inoltre possibile detrarre il 50 per cento di Iva pagata nel 2016 o per acquisto effettuato successivamente nel 2016 per l’acquisto di un’unità immobiliare ad uso residenziale e di classe energetica A oppure B. Fra le altre agevolazioni per la casa che riguardano detrazioni, c’è anche la possibilità che i condomini incapienti possano cedere la propria quota di detrazione al costruttore che ha svolto lavori atti a introdurre misure per il risparmio energetico qualificato sulle parti comuni dello stabile.

Sempre sul fronte delle agevolazioni, sarà infine possibile detrarre ancora il 65 per cento agli interventi verdi effettuati dagli Istituti autonomi per le case popolari e la stessa detrazione è stata estesa anche ai dispositivi multimediali per il controllo remoto di impianti di riscaldamento e/o di climatizzazione.

Leasing per l’abitazione principale

Fra le altre agevolazioni per la casa, la Legge di Stabilità 2016 ha introdotto la possibilità di detrarre dall’Irpef il 19 per cento della somma spesa per acquistare o per costruire un’abitazione, servendosi del leasing. Possono accedere a tale agevolazione i giovani con età inferiore ai 35 anni e che hanno un reddito complessivo che non superi i 55 mila euro annui e che non siano, inoltre, già titolari di altri diritti di proprietà su immobili ad uso abitativo. Tale agevolazione per la casa sarà valida fino al 31 dicembre del 2020.

Agevolazioni sull’Iva

Infine, le persone fisiche possono detrarre dall’Irpef il 50 per cento dell’Iva che hanno già versato per l’acquisto di una casa entro il 31 dicembre 2016. La detrazione può essere ripartita per i successivi dieci anni e vale per l’acquisto di unità immobiliare ad uso residenziale che siano di classe A oppure B.