In un mercato immobiliare sempre bloccato la formula della locazione con diritto di riscatto dell’immobile, molto in voga in Usa, sta riscuotendo sempre più successo.
La soluzione prevede che l’inquilino sottoscrittore si impegni a comprare casa trascorsi dati numeri di anni di utilizzo della stessa in affitto imputando le somme versate a titolo di canone di locazione come quota a pagamento dell’immobile.
Se la formula permette ai contraenti di operare e concludere l’affare indipendentemente dalla disponibilità delle banche ad erogare finanziamenti, essa presenta anche delle controindicazioni che riassumiamo in brevi passaggi:

- Questi tipi di contratto prevedono dei canoni d’affitto più alti della media di quelli normali, solitamente del 15-25%, per venire incontro alle esigenze dei venditori e assicurare il diritto d’opzione al locatario.
- In fase di stipula non viene di solito coinvolto il notaio, per cui vengono meno tutti quei controlli tipici della fase pre-rogito che garantiscono la corretta individuazione e classificazione dell’immobile e della proprietà.
- Mancano garanzie per l’acquirente nel caso in cui il venditore dovesse incappare in una procedura fallimentare. Attualmente la giurisprudenza non prevede né la restituzione delle somme versate a titolo di acquisto futuro né la possibilità di utilizzarle per comprare l’abitazione.
- Ad oggi sono pochi i venditori disposti a barattare una vendita secca in tempi brevi con incasso immediato delle somme pattuite contro un’alienazione posticipata per un congruo numero di anni. Chi costruisce, di solito, ha bisogno di vendere subito e recuperare liquidità nell’immediato.
- I prezzi delle case previsti al ribasso per i prossimi anni potrebbero far risultare avventato spendere oggi canoni d’affitto più alti della media per assicurarsi il diritto d’opzione per l’acquisto. L’aumento di nuove costruzioni invendute, inoltre, sembrerebbe spingere all’attesa di future opportunità piuttosto che a vincolarsi ad acquisti differiti.

photo credit: ~jjjohn~ via photopin cc