La situazione greca appare anche all’estero in stallo. Non si ha fiducia nella possibilità del paese di riprendersi con il piano di austerity varato dal Governo, per questo anche l’haircut è sotto accusa.Dieci ore di vertice a Bruxelles per arrivare alla definizione di un pacchetto di misure anticrisi. L’obiettivo non è solo scongiurare una volta per tutte il default greco ma fare in modo che l’intera Eurozona metta in salvo le sue economie.

L’accordo in relazione alla Grecia di Papandreou è arrivato alle quattro del mattino.

In pratica le banche hanno incrementato e accetto l’haircut del debito di Atene, proposto dall’Europa.

Il 21 luglio si parlava di un taglio del valore del debito del 21 per cento, adesso il limite è stato innalzato al 50 per cento. Il che vuol dire che il debito greco passerà da 350 a 250 miliardi di euro.

All’insegna della tecnologia l’annuncio di questa decisione, dato dal presidente del consiglio europeo tramite Twitter.

Poi la reazione delle borse dove le piazze asiatiche hanno aperto in rialzo assistendo al recupero dell’euro sia sul dollaro che sullo yen.

Nella stessa occasione europea è stato dato il via libera agli impegni dell’Italia ed è stato raggiunto l’accordo sull’Efsf che dovrebbe superare i 1000 miliardi di euro.