L’applicazione del regime fiscale agevolato della cedolare secca prevede l’applicazione ai contratti di locazione di un’imposta sostitutiva di imposta di registro e di bollo, nonché di IRPEF e addizionali.

Il pagamento della cedolare secca avviene con le stesse modalità e tempistiche previste per l’IRPEF. Questo significa che sono dovuti anche acconto e saldo. L’acconto non è dovuto per il primo anno di applicazione, né per i successivi se l’importo dovuto per l’anno precedente non superava i 51,65 euro.

Diversamente, nel caso in cui l’importo dovuto per la cedolare per l’anno precedente aveva superato i 51,65 euro, il versamento dell’acconto va effettuato:

  • in un’unica soluzione, entro il 30 novembre, se l’importo è inferiore a 257,52 euro;
  • in due rate, se l’importo dovuto è superiore a 257,52 euro:
    • la prima, del 40% (del 95%), entro il 30 giugno;
    • la seconda, del restante 60% (del 95%), entro il 30 novembre.

Il saldo si versa entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello cui si riferisce, o entro il 31 luglio, con la maggiorazione dello 0,40%.