(Finanza.com) Il quadro internazionale in deterioramento e in particolare le tensioni europei contribuisce spingono l’Italia in recessione. Per l’economia italiana il risultato prevedibile è un -2% nel 2012, ancora in riduzione, anche se marginalmente, nel 2013, risalendo di soli pochi decimi sopra lo zero nel 2014. Questa è la fotografia del quadro congiunturale del Rapporto di previsione AFO-Financial Outlook 2012-2014 elaborato dall’Abi.