Il premier Mario Monti lascia l’interim all’Economia e passa il testimone del dicastero di via XX Settembre a Vittorio Grilli. Una nota di palazzo Chigi ha informato che il presidente del consiglio ha proposto al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di nominare Grilli a Ministro dell’Economia e delle Finanze e già oggi alle 16.30 al Palazzo del Quirinale è prevista la cerimonia del giuramento. Grilli fino ad oggi ha ricoperto la carica di Vice Ministro dell’Economia e delle Finanze collaborando strettamente con Monti che era responsabile del Ministero ad interim.

 

Bocconiano doc con lunga esperienza al Tesoro

Vittorio Umberto Grilli, milanese classe 1957 e laureato in Discipline Economiche e Sociali presso l’ Università Luigi Bocconi, prima di entrare a far parte dell’esecutivo Monti, è stato dal 2005 al 2011 Direttore Generale del Tesoro e prima ancora Ragioniere Generale dello Stato dal 2002 al 2005. Nell’ultimo anno della sua carica come Direttore Generale del Tesoro è stato eletto Presidente del Comitato Economico e Finanziario, organismo europeo che prepara i lavori dell’Ecofin e di cui era stato Vice-presidente già dal marzo 2009. Il suo primo incarico presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze risale al 1993, anno in cui è entrato a far parte del Consiglio degli Esperti presso il Dipartimento del Tesoro. 
Grilli vanta un Master e un Ph.D. in Economics presso l’Università di Rochester a New York. Ha vissuto negli Stati Uniti per diversi anni durante i quali, dal 1986 al 1990, ha insegnato discipline economiche presso il Dipartimento di Economia della Yale University. Successivamente, trasferitosi in Europa, ha insegnato, nel periodo 1990–1994, Economia Finanziaria (Financial Economics) al Birkbeck College, Università di Londra.

Monti istituisce comitato per coordinamento politica economica

 Mario Monti ha inoltre deciso di istituire, presso Palazzo Chigi, un Comitato per il coordinamento della politica economica e finanziaria, da lui presieduto. Di esso faranno parte il Ministro dell’Economia e delle Finanze (Vittorio Grilli), il Ministro per lo Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti (Corrado Passera) e altri ministri competenti. Alle riunioni del Comitato potrà essere invitato il governatore della Banca d’Italia, Ignazio Visco.