Ci sono stati degli errori nella compilazione del 730 precompilato? Fino al 25 ottobre è possibile presentare un modello integrativo per risolvere questo genere di problema. Attenzione però questa possibilità è riservata solo a chi con la nuova dichiarazione dovrà pagare meno Irpef. Se avete dimenticato di dichiarare qualche reddito – sempre che si vogliano minimizzare le sanzioni da versare.

Chi non ha detratto tutte le spese del 2014 dovrà per forza ricorrere ad un Caf o un professionista per presentare il modello 730 integrativo ed ottenere il rimborso dell’imposta pagata in più sulla busta paga del mese di novembre. Per questo sarà necessario presentarsi con tutta la documentazione relativa ai redditi percepiti nel 2014 – così come alle spese detraibili e deducibili. La necessità di esibire tutti i documenti vale anche se a luglio abbiamo presentato il modello 730 precompilato in versione “fai da te“. La ragione è semplice, Caf o professionisti sono responsabili per eventuali errori commessi, per cui si troverebbero a pagare imposte e sanzioni.

Per chi ha pagato meno di quello che doveva è invece obbligatorio presentare il modello Unico. Congiuntamente è necessario pagare le relative maggiori imposte dovute – senza scaglionare il relativo importo. Se si riesce a fare tutto entro il mese di settembre si può godere del ravvedimento operoso con sanzioni ridotte al minimo. Il modello Unico può essere presentato solo in via telematica, per cui se non si dispone del collegamento bisognerà ricorrere anche in questo caso a Caf o professionisti.