Concludiamo la serie di post dedicati alla compilazione – forse sarebbe meglio dire alla modifica – del modello 730 precompilato con il quadro I – serve a quei contribuenti che decidono di utilizzare il  credito d’imposta Irpef che risulta dalla dichiarazione dei redditi per pagare altre imposte per le quali si può utilizzare il modello F24 – i ovvero per pagare soprattutto due tasse come l’Imu e la Tasi.

A differenza di altri quadri, la sua gestione è molto semplice, visto che è composto da un solo rigo e da 2 caselle. La scelta, se si decide di compilare questo quadro è molto semplice: utilizzo una parte del credito per pagare Imu e/o Tasi – ed in questo caso devo indicarne l’importo nella prima casella vuota, oppure barro la seconda casella e in questo caso utilizzerò tutto il mio credito per pagare Imu e Tasi. Se non compilo nulla, il credito d’imposta mi verrà come sempre rimborsato dal sostituto d’imposta in busta paga nel mese di luglio. Il credito viene evidenziato nel prospetto Mod. 730-3/2015 nei righi da 191 a 197 per il contribuente e da 211 a 217 per il coniuge (se si presenta la dichiarazione in forma congiunta). Ricordatevi che se c’è una dichiarazione congiunta, il credito Irpef di un coniuge non può essere utilizzato per pagare le imposte dell’altro.

730 precompilato: guida alla compilazione
I dati del contribuente
Quadro A
Quadro B
Quadro C
Quadro D
Quadro E
Quadro F
Quadro G
Quadro I