Il nostro paese è in crisi perché le spese aumentano per effetto della crisi e dell’inflazione mentre rimangono inchiodati al palo i redditi degli italiani. Ecco una fotografia esaustiva scattata dall’Istat e riportata dalla Coldiretti.

Secondo un recente rapporto dell’Istituto nazionale di statistica, nel 2011 la spesa mensile degli italiani è cresciuta dell’1,4% rispetto all’anno precedente. Oggi una famiglia media spende circa 2500 euro al mese, per l’esattezza 2.488 euro per vivere.

Nelle spese evidenziate dall’Istat sono comprese anche quelle per l’affitto che una famiglia pagherebbe se non avesse una casa di proprietà, circa 719 euro. Nel computo delle famiglie sono comprese sia quelle composte dagli anziani over65 che spendono in media 1.500 euro al mese, sia le famiglie con tre figli che invece alla fine del mese contano uscite per 3.229 euro.

La spesa, in ogni caso è cresciuta e quel che pesa nel bilancio famigliare sono soprattutto i generi alimentari, i trasporti e l’affitto della casa. Le spese citate sono distribuite in questo modo: circa 477 euro per mangiare e bere, 719 euro già citati per l’affitto e altri 354 euro per i trasporti.

Per mangiare si tirano fuori dal taschino circa 10 euro in più del 2010. Per l’affitto si spendevano 696 euro a fronte dei 719 citati e per quanto riguarda i trasporti l’aumento è stato più consistente: ben 24 euro.